Marronata velocissima

marronata velocissima

La marronata, ovvero la marmellata di marroni, un tipo di castagna, è una specialità tipicamente autunnale, ma la si trova comunemente nei negozi in qualsiasi stagione .

Il sapore della marronata è simile a quello dei marrons glacees , che io tra l’ altro adoro. Diciamo che  la marronata è una gradevole alternativa alla famosa crema al cioccolato e nocciole spalmabile…..

La marronata non solo è buonissima su pane o fette biscottate, ma si presta molto come ingrediente di dolci, crostate e semifreddi…. Ottimo, quindi, averne sempre  in casa. Data la mia mania per il fatto in casa, mi scoccia comprarla fatta, come per qualsiasi altra marmellata, quindi me la preparo e la conservo nei classici vasetti .

Preparare la marronata a casa non è difficilissimo, ma la ricetta originale prevede di lessare i marroni e spellarli uno a uno…. un lavoraccio, davvero.

Io ho inventato di sana pianta un sistema super veloce per fare una marronata favolosa e velocissima, partendo da castagne avanzate.

Come preparo le castagne
In genere cucino i marroni al forno, previa incisione della buccia, per una cinquantina di minuti in forno medio caldo. Poi li lascio riposare avvolti in un canovaccio umido per una decina di minuti, in modo da non ustionarsi , e poi li mangio accompagnati da un ottimo vino rosso.
Capita però che ogni tanto avanzino dei marroni già cotti (mio marito esagera un tantino nel comprarli) , quindi in genere li sbuccio e li conservo in un contenitore a chiusura ermetica . Si sbucciano molto facilmente, soprattutto quando sono ancora tiepidi.
La stessa cosa si può fare recuperando le famose caldarroste fatte sul fuoco, purchè non siano troppo bruciacchiate.
Ecco come ricavarne una splendida marronata…..

Marronata velocissima
 
Preparazione
Cottura
Tempo totale
 
Porzioni: 2 o 3 vasetti piccoli
Ingredienti
  • marroni cotti e sbucciati circa 30
  • acqua 200 ml
  • zucchero 300 g
  • vanillina 1 bustina
Procedimento
  1. Mettete a bagno i marroni spezzettati in una ciotola con acqua calda e qualche cucchiaio di zucchero, e lasciateli a bagno per una oretta. Devono, in pratica, ammorbidirsi, per ottenere la consistenza che avrebbero i marroni lessi. Ovviamente no si ammorbidiranno molto, ma basta che si reidratino un pochino.
  2. Preparate lo sciroppo, mescolando in un pentolino i 300 g di zuchhero e i 200 ml di acqua, e portate a bollore.
  3. Scolate i marroni e metteteli nello sciroppo, insieme alla vanillina , abbassate il fuoco al minimo e lasciate cuocere , mescolando di tanto in tanto, per circa 20 minuti .
  4. Togliete dal fuoco e frullate con il frullatore a immersione , poi rimettete sul fuoco a fiamma media, mescolando spesso, finchè non otterrete una consistenza cremosa.
  5. Il modo per capire se la marronata è pronta è lo stesso che si usa per le marmellate, ovvero mettere una goccia di composto caldo su un piatto freddo, e inclinarlo. Se la goccia si muove poco o resta ferma, è pronta. Se invece scivola giù , la marronata va cotta ancora un poco.
  6. Raggiunta la giusta consistenza, la marronata va messa nei vasetti. Io consiglio vasetti piccolini, di più semplice gestione.
  7. La marronata , essendo più densa delle marmellate di frutta, non si presta alla sterilizzazione per capovolgimento dei vasetti, quindi meglio sterilizzarli mettendoli, ben chiusi, in una pentola, coperti di acqua fredda, che porterete a bollore e che farete bollire per 45 minuti, mantenendo i vasetti ben coperti di acqua.Trascorso il tempo , li si lascia a raffreddare nella pentola con l' acquafino a temperatura ambiente, poi vanno riposti in luogo fresco e buio, come sarebbe bene fare con tutte le conserve.
  8. La marronata è più buona se la si lascia nei vasetti qualche giorno prima di consumarla .

 

  •  
    39
    Shares
  •  
  •  
  • 18
  • 19
  • 2
  •  
  •  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Valuta questa ricetta:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.